C’è insonnia e insonnia…

HomeBenessereRimedi NaturaliC'è insonnia e insonnia...

-

L’insonnia, una problematica sempre più frequente nei paesi industrializzati, riguarda milioni di persone, di tutte le età e ceti sociali. Il sonno è essenziale alla vita e al benessere dell’uomo, in quanto permette il recupero di quelle energie fisiche e psichiche che consumiamo durante il giorno. Facilita la crescita nei giovani perchè durante le ore in cui dormiamo vengono secreti gli ormoni STH e la melatonina: quest’ultima è fondamentale per la regolazione dei ritmi circadiani ed è anche potente antiossidante, importante per le difese del nostro organismo. Durante il sonno eliminiamo le scorie metaboliche accumulate durante lo stato di veglia.

Per quali motivi si inceppa questo importante ritmo?

Spesso l’insonnia è il sintomo di un conflitto interiore non espresso, in alcuni casi dentro di noi ci sono forze, energie ed ombre che non conosciamo o non vogliamo riconoscere. In alcuni casi queste energie irrompono durante le ore notturne più collegate all’inconscio e si fanno sentire dando vita ad ansia, tachicardia, rimuginazione mentale. I disturbi collegati al sonno possono avere cause diverse o più cause insieme. Un’attenta analisi iridologica e valutazione energetica potranno darci alcune risposte.

Stress da pandemia

Ad esempio, questi ultimi mesi, siamo stati sottoposti ad una serie di fattori che hanno amplificato il problema. Purtroppo il corona virus e il conseguente lockdown ci ha sottoposto ad un repentino cambiamento di abitudini e ritmi che possono incidere considerevolmente sul sistema nervoso, provocando ansia depressione e insonnia. Queste condizioni possono essere causate da:

  • paura di ammalarsi o che possano ammalarsi persone amate;
  • preoccupazione per il lavoro;
  • ritmi di vita e abitudini cambiate;
  • lontananza sociale.

Per questo tipo di insonnia consiglio una consulenza di floriterapia:

  • Fiori di Bach: potranno aiutare ad armonizzare lo stato d’animo;
  • Star of Bethlehem: in caso di trauma;
  • Red Chestnut: preoccupazione per i propri cari;
  • White Chestnut: indicato se c’è rimuginazione mentale;
  • Passiflora: pianta molto adatta nei periodi particolarmente stressanti.

Analisi iridologica per capire la causa dell’insonnia

Se la causa dell’insonnia è una tensione muscolare molto forte e l’incapacità di rilassarsi, dall’analisi iridologica saranno ben visibili segni di tensione e spasmo come ad esempio raggi solari o anelli tetanici. In questo caso consiglio un’integrazione a base di oligoelementi come: magnesio, manganese o Tilia Tomentosa come fitoterapico.
Se dall’analisi iridologica si nota che ci sono degli squilbri nella zona del fegato o dell’apparato gastrointestinale sarà opportuno, fra le altre cose, sostenere e detossinare gli emuntori e riequilibrare la flora batterica. Inoltre, è consigliata un’alimentazione più leggera:

  • meno proteica e grassa la sera;
  • massima attenzione alla masticazione;
  • non cenare dopo le 20.00.
  • Crab Apple, holly tra i fiori di Bach, che potranno comporre la miscela.

Squlibri ormonali

L’insonnia nelle donne può essere causata anche da squilibri ormonali, soprattutto per chi soffre di sindrome premestruale e per chi sta entrando in menopausa. Si procederà quindi con la formulazione della miscela di fiori di Bach più adatta alla persona, ad esempio:

  • Walnut, un fiore ottimo che accompagna la donna durante tutti i più significativi momento di cambiamento nella sua vita;
  • Salvia T.M. o trifoglio rosso, se sono le caldane a interrompere il sonno.

Ottimi i trattamenti di riflessologia plantare cinese per ogni tipo di insonnia: l’operatore, attraverso l’osservazione e il tocco, potrà constatare l’origine del disturbo ed intervenire per riequilibrare l’eccesso o il deficit.

Iscriviti alla Newsletter

Per essere aggiornato sulle nostre news, eventi ed iniziative

Acconsenti di Iscriverti e ricevere:
Gaia Bassihttps://esisterebene.it/studio-di-naturopatia-gaia-bassi/
Sono una Naturopata. Da sempre fin da bambina ho mostrato  interesse per erbe e piante medicamentose. I miei nonni abitavano in campagna e andavo a cercarle con loro. Ricordo la camomilla messa ad essiccare e poi gustata in infuso. Ho approfondito frequentando diversi seminari. Posso dire di essere riuscita a debellare l’emicrania dalla mia vita attraverso le tecniche che ho appreso. Il modo di approcciare alla vita è sempre stato importante per me. Ho conseguito il primo e secondo livello Reiki e mi sono iscritta alla scuola di naturopatia di Genova, sono affiliata all’Universite Europeenne Jean Monnet di Bruxelles. Il mio percorso è stato gratificante ma l’ho affrontato con sacrificio e grande tenacia, lavorando e studiando.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui